NEWS

L.E.Z. attenzione a questo acronimo, oggi ancora poco noto ma col quale in avvenire avremo molto a che fare, che sta per Low Emission Zone. Si tratta di una vera e propria Z.T.L. dalla quale sarà esclusa la circolazione dei veicoli che non possiedano determinate caratteristiche di natura ambientale. Milano, che atteggia a darsi un’immagine di città europea per eccellenza, è stato il primo capoluogo a dare attuazione a questa Direttiva Europea. In virtù di ciò, dal 21 gennaio 2019 a Milano entrerà in vigore la L.E.Z. Che sarà inizialmente presidiata da 12 telecamere che successivamente diventeranno 180. Per fortuna è già partita un’iniziativa di sensibilizzazione del Comune sulle caratteristiche di utilizzo dei veicoli d’interesse storico e sulla conseguente necessità di prevedere per essi delle deroghe o limitazioni solo parziali. La questione è di rilevante importanza dal momento che, in breve tempo, saranno sempre più numerosi i Comuni che si appresteranno a dare attuazione alla propria L.E.Z.

 

SENTENZA DELLA  CORTE COSTITUZIONALE 209/2018 , PUBBLICATA IL 22 NOVEMBRE 2018

RIGUARDANTE LE ESENZIONI FISCALI DELLE AUTO DA 20 A 29 ANNI.

 

FONTE “ITALIA OGGI” DEL 23-11-2018

” Auto storiche, regioni aut sulle esenzioni”

Le Regioni non possono prevedere requisiti per l’esenzione dal bolo auto dei veicoli storici diversi da quelli fissati dalla normativa statale. E’ cosi’ illegittima la normativa locale che subordina-va l’esonero dal pagamento per auto e moto ultra ventennali all’iscrizione negli appositi registri tenuti dall’Automotoclub ASI  e dalla Federazione Motociclistica Italiana FMI, quando la legge nazionale richiede-va l’individuazione annuale da parte di tali enti dei veicoli da esentare. E’ quanto affermato dalla Corte Costituzionale, che, con la sentenza n°209/2018, depositata ieri, ha dichiarato illegittimo l’art.10, comma 1 della legge della Regione Liguria n°3/2005. E’ bene precisare che l’esenzione dalla tassa automobilistica per i veicoli ultra ventennali è stata cancellata dalla legge n°190/2014, con effetto dal 1-1-2015. Il beneficio è rimasto applicabile soltanto al compimento del trentesimo anno dalla costruzione del veicolo. La questione di legittimità costituzionale, sollevata dalla CTR Liguria, riguardava però una vicenda del 2010. Ai tempi la normativa regionale impugnata fissava un requisito differente per i veicoli ultra ventennali: mentre l’art.63, comma 2 della legge n°342/2000 parlava di particolare interesse storico e collezionistico, da certificare annualmente in appositi elenchi di modelli con propria determinazione dall’ASI e dalla FMI, la legge regionale chiedeva l’inserimento dei veicoli da esentare nei registri tenuti dagli stessi enti. Una differenza che, a parere della Consulta, si pone in contrasto con l’art.117 della Costituzione ossia con i principi di ripartizione delle competenze legislative tra Stato e Regioni. Da quiì la pronunzia di incostituzionalità.  Valerio Stroppa

 

Per la lettura integrale della sentenza cliccare sul link:

EIUS – Corte costituzionale, sentenza 22 novembre 2018, n